Luce a Sud

Se ti convincono che nulla può cambiare, nulla cambierà

Orfanelle ‘sti cazzi

E insomma sul Corriere si racconta di queste giovani baciate dalla fortuna caimanica, che adesso si senton sole e muy tristi. Le chiamano le orfanelle. Con i ragazzi di Insorgenza si parla spesso di donne e politica. Di come sia difficile che una ventenne di oggi si ponga in chiave antisistemica, combattendo contro i poteri forti, il signoraggio bancario, lo sfruttamento del Sud, le bugie storiche, i luoghi comuni, di come siano rare le ragazze militanti, impegnate, agguerrite…  chiamatemi maschilista, ma mi sembra che le ragazzine si facciano ingabbiare piu’ facilmente, anche grazie a questi modelli osceni di donne in politica. Ecco, più che la fine del governo Berlusconi, che ci sta poco da stappare spumante dal momento che stiamo consegnando l’Italia alle Banche senza manco firmare un rogito, una cartuscella che ci garantisca qualche miglioria, io stappo una bottiglia per celebrare la fine delle orfanelle. Sicuramente il simbolo piu’ significativo del berlusconismo è questa pletora di ragazze da letto senza qualità. Un motivo in più per tornare a far politica davvero. Donne (vere) ci siete?

Annunci
1 Commento »